Dallo strudel di mele Allo sfizio di fichi

come passare da uno stile tradizionale al peccato di gola

NB. Pubblico questa ricetta, non avendo ancora ricevuto nulla per il mio libro, ma rendendomi conto che i miei Hacker stanno lavorando in chissà quale modo e per chissà chi. Pubblico questa ricetta in sfregio a chi continua a fare ciò che vuole a mia insaputa,  chi non mi ha voluto concedere di raccogliere i fichi che lascia cadere per terra. Buona lettura e buona cucina!

Premessa:

Il fico maturo è un frutto che mi piace moltissimo, al punto da arrampicarmi sulle piante degli altri per raccoglierli. Quelli che iniziano ad appassire, poi, sono straordinari perché hanno la dolcezza del fico secco, ma la morbidezza di quello fresco. Ti si aprono fra le mani e ti si squagliano in bocca. Ho avuto la fortuna di assaggiarne qualcuno a metà strada fra il fresco ed il secco ed è stato un vero piacere per il palato. L’ho mangiato direttamente dalla pianta. Subito. Ancora caldo per l’esposizione al sole. È un piacere che auguro a tutti. Un risveglio dei sensi. A casa, poi, ho iniziato a cucinarlo in vario modo. La ricetta più buona è farne una confettura.

Quindi, chi ama lo strudel di mele deve assolutamente provare la mia variante sportiva e light.

Ricetta:

Per il ripieno: preparate a parte una confettura di fichi e mele in proporzione 5:1. Cuocete sul fuoco senza limone, con un bicchierino di rum scuro dolce non affumicato oppure cachaca. Niente limone. Cuocete fino a bollitura una decina di minuti, non di più. Aggiungete cannella, noci tritate qualche seme di lino finché è ancora caldo. Vanno bene anche pinoli, noci brasiliane, anacardi, noci pecan. Aggiungete un pizzico di sale rosa dell’himalaya. Il ripieno è pronto per essere amalgamato a mano in pochi secondi. Chiodi di  garofano completerebbero il sapore.

A parte preparare una crepes con farina di castagne, ceci, avena in proporzione 1:1:1 con latte di mandorla e burro di cocco. Se non avete il burro di cocco anche margarina o olio di semi di girasole vanno bene.

Se avete le proteine in polvere non isolate potete usare anche quelle in aggiunta in proporzione per creare una perfetta base post work-out. Dolcificate con miele.

Farcire la crepes con la confettura. È davvero gustosa e, come tutte le mie ricette, facile e salutare.

Si accompagna naturalmente ad un buon passito, oltre che ad un buon rum o ad un caffè con proteine o shake di proteine.

Per una variante serale, sostituendo la mela con la pera e la cannella con i cubetti di cioccolato, si può creare una variante da vero peccato di gola.

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.