Pizza proteica e senza lievito

A9672A8B-FED2-4DA0-BE8B-2FE4B6B08D1C.jpeg

Io sono contraria alla farina di grano tenero per una serie di ragioni, ma se proprio non potete rinunciare al sapere del “pane” e volete una pizza o una piadina, la pasta da preparare è davvero semplice e non serve lievito o aspettare ore.

Comprate, almeno, la farina di grano tenero integrale, che ha più fibra e proteine rispetto a quella tradizionale 00.

Mescolate in proporzione 3:1 con farina di soia, oppure con farina di ceci. Potreste anche mischiare, sempre 3:1 con farina di riso, mais, segale o grano saraceno, tutte farine senza glutine che alleggeriscono quella di grano tenero e la arricchiscono di altri importanti nutrienti.

In base alle farine che combinate, cambierà un po’ la quantità di acqua e latte necessari per la colla. Le farine assorbono in modo diverso. Fate qualche tentativo se non vi riesce al primo colpo. La cottura è a fuoco medio-alto, poco più bassa della temperatura per la frittura.

Aggiungete poi 2 misure di acqua e 1 di latte. Non c’è bisogno di oli e grassi se usate il latte intero e sfruttate il grasso del latte. Comunque, per un impasto più saporito, al secondo tentativo potete sempre aggiungere olio o burro a seconda dei vostri gusti ed esigenze, ca va sans dire: la mia ricetta è volutamente “minimal” per weight watchers sportivi. Mettete un pizzico di sale o miele se volete un impasto salato da pizza o dolce tipo “pain au chocolat” per la colazione.  Lasciate riposare per una decina di minuti per lasciare uscire il glutine che farà da collante senza bisogno del lievito.

Scaldate una padella larga con un filo di olio di semi di girasole, di arachidi o di cocco. Anche un cucchiaino di margarina o di burro può andare bene. Basta un cucchiaino.

Spargete la colla su tutta la superficie e mettete un coperchio. In circa tre minuti avrete la prima cottura e potrete girarla. Dopo averla girata, se volete un effetto pizza, potete condirla, altrimenti la lasciate come è dopo un paio solo di minuti la potete tirare fuori e usare come una piadina, sia calda che fredda. Potete persino decidere se farla seccare un po’ di più oppure tenerla più morbida. Basta cuocerla un minuto in meno. Ha il profumo del pane, quello che proviene dalla farina di grano tenero. L’impasto è colloso, non va tirato con lavoro di braccio o di mano, ma semplicemente steso come le crêpes. Si può anche arrotolare.

È buona e basta. Decisamente più salutare dell’impasto tradizionale. Senza lievito, senza nulla di strano, più proteica e con più fibre, si prepara in cinque minuti di cottura e un quarto d’ora di impasto.

È davvero tempo di superare la pizza tradizionale, per lo meno nelle preparazioni casalinghe.

Se proprio volete usare la farina di grano tenero tradizionale perché costa meno, cambiate le proporzioni e fate 2:2 con altra farina oppure 2:1:1 usando tre farine, per esempio grano: soia/ceci: riso/segale/grano saraceno. Alla fine dei conti, avrete risparmiato sulla farina di grano, ma avrete speso qualcosa in più sulle altre farine. L’effetto finale è più energetico e più digeribile rispetto alla pizza o piadina tradizionale. Il lievito va usato solo nei prodotti da forno e da pasticceria a lievitazione specifica. Inutile usarlo per le spianate e le preparazioni sobrie tipo street food. Lievito e glutine insieme è meglio mangiarli il meno possibile. Se un cornetto da pasticceria ha lo stesso apporto calorico di un piatto di pasta è per questa combinazione: lievito e glutine, oli e burri, più zuccheri ovviamente. Anche la pizza, come il cornetto, è lievito e glutine, più oli e farciture salate invece che dolci.

L’importante è che non usiate solo la farina di grano tenero, una farina legante, che non ha bisogno di lievito, ma debole per l’organismo, essendo la sua funzione principale proprio il collante, il glutine, quindi una farina che ha bisogno di condimenti per completare un pasto, motivo per cui molte persone non riescono a controllare il peso o si sentono stanche pur mangiando apparentemente poco. Considerate che vi state riempiendo di colla, non di energia. Una porzione di patate è più salutare di una pizza.

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.