Il piacere dai 5 sensi

Forse Chanel e Marylin Monroe con il loro numero 5 lo avevano capito: il piacere più profondo fra un uomo ed una donna si raggiunge col coinvolgimento dei 5 sensi.

Ricordiamoli:

  • Vista (tutti ha no bisogno della bellezza a cui ispirarsi e per eccitarsi, concetto variabile e personalizzabile per fortuna)
  • Udito (tutti apprezzano una voce, piuttosto che un’altra, una musica, un suono. Quale colonna sonora per i vostri momenti più eccitanti?)
  • Olfatto (tutti sono sensibili ai profumi, agli odori gradevoli o sgradevoli. Quale il profumo che distoglie la vostra mente da ragionamenti razionali ed attiva gli ormoni?)
  • Tatto (tutti siamo sensibili alle sensazioni tattili, si tratti del morbido della seta, di un petalo, di un seno pieno e turgido, di un muscolo o in corpo tonico)

Gusto (tutti stiamo attenti ai sapori, il sapore di ciò che mangiamo, beviamo, della saliva, degli umori degli organi sessuali).

Su questo sono d’accordo tutte le culture. Da Oriente ad Occidente, i sensi che abbiamo sono 5 e per godere appieno serve soddisfarli tutti e 5 possibilmente simultaneamente. Tutti e cinque stimolano il cervello che ha bisogno della loro positiva dopamina o, più semplicemente, di ispirazione ed emozioni.

Il cervello non si nutre solo di nozioni, ma anche di emozioni.

Annunci

Un pensiero su “Il piacere dai 5 sensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.