Alitalia, ridare le ali all’Italia

Non so cosa mi sia preso stamattina, dopo una dormita, fra una lavatrice ed un pavimento, prima di un giro in bicicletta e del mio yoga, mi sono messa a pensare alla "compagnia di bandiera".
"Accidenti!" ho pensato "abbiamo una bella flotta e hostess stupende!". Non ho fatto moltissimi viaggi in aereo, ma ne ho fatti di tutti i tipi ed ho preso diverse compagnie.
Devo ancora provare la Fly Emirates che, devo dire, mi sembra abbia un'app di alto livello e hostess curate.
Tornando a noi.

Senza conoscere i numeri (sento solo le notizie dei giornali), ecco il mio piano per Alitalia.

Incentrato sul business e sui servizi per pagare i costi, i numeri che per me contano sono solo due: 1) quante persone vengono in Italia per turismo solo una n.1 volta nella vita? Tantissime. Quindi bisogna offrire qualcosa di speciale a tutte quelle persone e far sì che decidano di arrivare in Italia con Alitalia.
2) quante sono le persone che vengono in Italia per business? Non lo so, ma quelle persone vanno assolutamente fidelizzate.

Innanzitutto subaffitterei un paio di linee intercontinentali a Branson, Lufthansa o a quelle compagnie che vantano tanti profitti.
Pensateci voi, con i vostri voli low cost e con la vostra capacità, a fare cassetto e a pagarci il canone. Userei questa entrata fissa "da chi ha saputo fare il business" per la manutenzione sempre e comunque. Fatto questo, diversificherei le offerte per le due categorie di persone spiegate prima.

Per i turisti: opzione "low cost" senza servizi ed opzione "luxury" con servizi. In pratica il biglietto opzione luxury dovrebbe comprendere una serie di convenzioni e sconti in grado di rendere la permanenza in Italia confortevole, conveniente, sicura e da ricordare.
A titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • Incluso speciale bagaglio "senza pensieri" (cheppalle stare a pesare le valige e che stress porsi limiti d'acquisto!);
  • Incluso biglietto Leonardo express per Termini o metro per Linate;
  • Incluso servizio NCC all'hotel andata e ritorno per arrivare e partire sereni;
  • Incluso sconto speciale in tutti i negozi italiani dell'aeroporto o della stazione centrale;
  • Incluso prezzo speciale in 10 musei o sito della città, per esempio saltafila ai Musei Vaticani (!!!!). Alcuni musei solo su prenotazione online, in modo da gestire con anticipo i flussi anche nel rispetto dei controlli di sicurezza per le forze di pubblica sicurezza;
  • Incluso menù tipico, in una decina di ristoranti in città a prezzo convenzionato (tutti vogliono "mangiare tipico" almeno una volta);
  • Inclusa una corsa taxi a prezzo convenzionato;
  • Incluso carnet biglietti metro già in volo;
  • Incluso servizio guida turistica (su prenotazione online) e assistenza personale per problemi burocratici sul posto (ambasciata o simili);
  • Incluso ingresso a tutti i concerti e musei con sconto speciale mostrando biglietto.

Per la seconda categoria, che viaggia per lavoro:

  • NCC sempre incluso su prenotazione per limitare tempi di trasferimento;
  • Sconti speciali su tutti i negozi degli aereoporti;
  • Deposito bagaglio in stazione incluso e saltafila;
  • Pernottamento aparthotel prezzo speciale su prenotazione;
  • Pasti a Prezzo convenzionato speciale in aeroporto e specifici locali nelle zone business.

Mi dispiace sapere che la compagnia non ce la fa, con tutta la qualità che ha da offrire. Ha anche menù pensati da chef. Mi dispiace pensare alle nostre belle hostess, steward e piloti che ho sempre visto preparati e in forma.

Io credo che nella società contemporanea, resa globale dalla tecnologia che ci permette di muoverci in modo sia virtuale che fisico, uno dei business principali sia nei servizi.

Tutti hanno bisogno di servizi.

Chi ha bisogno di quale servizio?

Le comodità fanno comodo/sono utili a tutti, anche al pellegrino che dorme col sacco a pelo su via della Conciliazione.
Qualche eroe del "fai-da-te" può decidere di rinunciare a tutto per la soddisfazione di sentirsi capace di sopravvivere e libero da quei comfort che possono far sentire "legati", ma quando il tempo è poco e non si ha tempo per ripartire dal manuale delle giovani marmotte, le comodità sono utili e basta.

Non ho finito. L'Italia è spesso scelta come location per concerti ed eventi culturali.

Proporrei pacchetti completi di servizi e sconti per chi sceglie la Compagnia di Bandiera per uno di questi eventi. Mostri sacri dello spettacolo come i Rolling Stones, gli U2, piuttosto che i grandi eventi sportivi, devono sapere che, per l'organizzazione, al
Tavolo della negoziazione non ci saranno solo il Comune e la Questura, ma anche Alitalia, Italo e Trenitalia. Sconti speciali sul biglietto a chi sceglie i mezzi nazionali per il loro evento. Stesso discorso valido per i grandi eventi sportivi, dalle maratone internazionali allo scudetto interno.

Stante dunque la funzione base di mezzo di trasporto da un punto A ad un punto
B, che può essere offerta a prezzo low cost facendo pagare un surplus su qualsiasi servizio aggiuntivo (come fa Ryan air), io vedo Alitalia come una garanzia di soggiorno, una esperienza. Chi vola con Alitalia e sceglie il pacchetto "Luxury" deve sentirsi tranquillo, perché sarà assistito durante il soggiorno.

Quando ho preso il volo interno Roma-Trieste ho trovato una collega ferma ad aspettare quasi un'ora per una macchina a noleggio che non arrivava.

Il tempo è denaro, le comodità sono serenità e relax. Nella società della tecnologia, della finanza, della qualità e del benessere il business non può stare nel taglio dei costi e nelle offerte Low cost, ma nell'offerta di servizi efficienti, con facoltà di scelta, a prezzi chiari e senza costi nascosti. Entro una fascia di prezzo, fra minimo e massimo, si deve poter scegliere il proprio livello di servizio.
Quanto voglio spendere per la mia comodità?

Lasciando sempre libero chi con lo zaino in spalla vuole vivere all'avventura al minimo costi senza nessun servizio, provando il brivido di alzare un pollice per fare autostop (anche io ho fatto autostop quando non avevo ne autobus ne taxi), offrirei a tutti gli altri livelli integrati di servizio dal basic al luxury.

Non volendo fare i conti in tasca a nessuno, ognuno è libero di spendere i propri sudato guadagni come crede e, per esempio, anche chi ha uno stipendio modesto ha diritto di riuscire a regalarsi una esperienza con servizi di alto livello, tenendo sotto controllo le spese per partecipare, per esempio, ad un concerto che ricorderà per tutta la vita anche per avere preso l'aereo ed essere andato dall'altra parte del mondo.

Investire in servizi di benessere è un investimento in quelle emozioni positive che mantengono in salute le persone e fanno espandere l'economia sempre e comunque, anche nelle fasi di restrizione o stagnazione.

Il mattone è spesso pesante. I mutui stancano. Gli interessi pesano e abbattono con effetti depressivi, i servizi confortano, animano, curano.

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.