BACCAROSSA IL BARBARO


Lo apro, lo verso, il profumo arriva subito. Fruttato intenso di frutti di bosco, deciso, netto, un solo frutto su base di sostegno minerale con note di chiodi di garofano. Tredici gradi che scivolano via bene, pure troppo. Impressiona subito poi non persiste. Perfetto vino da aperitivo. Accompagna bene, senza lasciare pesantezze. A chi piace il Merlot o la Lacrima di Morro, non può non interessare questo Baccarossa, il barbaro. Il barbaro perché pur essendo un vitigno autoctono e pur essendo i romani molto attaccato a Roma ed alle proprie tradizioni, il vino di questo vitigno si trova raramente sulle wine list delle enoteche romane. Una delle stranezze di questa regione. A volte, o forse spesso, sono gli stranieri che trovavano e valorizzano beni trascurati dai locali. Il “barbaro” etimologicamente proprio per questo, lo “straniero”, come ai tempi dell’Impero romano.

Per quanto riguarda la dieta dello sportivo, è vero che lo sportivo non beve alcol, ma è anche vero che il sistema immunitario va tenuto in esercizio.
Ed è anche vero che il vino rosso è vasodilatatore e contiene polifenoli. Un bicchiere di vino ogni tanto si può bere. Uno sportivo non può crollare per un bicchiere di vino.

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.