DESIRE IS NOT ENOUGH

You have to take action.

In qualche modo, anche quello più goffo e sprovveduto, il primo passo è fare un passo verso l’oggetto del nostro desiderio, verso quel paesaggio che ci accende l’anima, che ci muove, fa sognare, pensare, soffrire, ci tiene vivi.

Non è la speranza l’ultima a morire, ma il desiderio. Finché esisterà qualcosa che desidereremo, non saremo morti. Il desiderio è esigente: ci chiede energia e coraggio, coraggio di affrontare anche fallimento e rifiuto. 

Desiderare non è abbastanza, bisogna agire. Più che “Pensiero e azione” di scuola di mazziniana memoria, preferisco dire “Passione e azione”. Il pensiero a supporto della passione, unica vera benzina quando anche le risorse mentali sembrano essere in riserva. Energia segreta che sgorga direttamente dall’inconscio e ci sorprende con la sua esigenza di avvicinarsi al frutto del desiderio, quella mela che ci hanno insegnato essere proibita e che, forse, invece ci è stata data per darci la vita, perché la vita non è un paradiso preordinato, ma una terra che lavoriamo e conquistiamo con la nostra passione. Tutti i giorni.

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: