Pranzo di Natale in rosso gambero

DELICATAMENTE INTENSO

Uno dei colori forti del Natale è il rosso ed io l’ho celebrato con i sapori ed i profumi del gambero rosso, che in questa stagione è diventato particolarmente famoso per la versione venduta online da Mazara del Vallo in Sicilia.

Come al solito, la mia cucina ha vocazione interregionale quando non internazionale. Dopo un antipasto di ostriche al vapore, ho messo in padella a fuoco lento qualche rondella di porro con un filo d’olio ed un bicchiere di malvasia puntinata. Ho aggiunto due stupendi gamberoni rossi, mentre a parte ho messo a cuocere un po’ di miglio in brodo vegetale.

Detto e fatto, in una ventina di minuti tutto pronto. I gamberoni hanno rilasciato un succo dolce – della dolcezza tipica della polpa dei crostacei – ho quindi unito il miglio, cereale ricco in proteine che si presenta simile al cous cous, al sughetto formatosi in padella, completando con una spolverata di scorza di limone a crudo. Per contorno, spinaci lessati. Volendo, qualche velo di pane Carasau di Sardegna, leggero e saporitissimo, per togliersi lo sfizio di completezza del “pane e companatico”.

Semplice e fantastico. Il gamberone rosso ha la particolarità di essere grosso e dolce; quando gli tagli la testa esce una parte di polpa dolcissima che nel piatto lega gli altri ingredienti, definisce e finisce in un tutto armonioso. In queste occasioni gli spinaci, con la loro morbidezza e lieve retrogusto amaro verde, esaltano la dolcezza di ciò che non ha bisogno di zucchero per essere dolce.

Trattandosi di Natale non mi sono fatta mancare il dolce. Marrons glacés della Valle di Susa con un bianco da dessert del Lazio, il Cannellino di Poggio le Volpi, e  un po’ di frutta secca ricoperta di cioccolato fondente.

Non so quante calorie avrò ingerito, ma credo poche, avendo in compenso un palato pienamente soddisfatto. Adoro i sapori intensamente delicati o delicatamente intensi. Il mio palato si perde nelle loro sfumature. Bastano poche quantità, perchè il gusto è forte e sazia la mente molto prima dello stomaco. Credo che questo sia un bel modo di mantenersi in forma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.