AMANDA

FOR LADIES AND FOR GENTLEMEN

Cocktail di pura passione, concepito in occasione di una gara per bartender. Era agosto, quando, dovendo dimostrare di aver appreso le regole base di merceologia, mixology e bilanciamento, mi sono guardata intorno ed ho visto le melagrane, realizzando che al ventaglio dei cocktail internazionali mancano i cocktail stagionali e locali.

Nel rispetto di un modus vivendi “glocal”, di una cultura internazionale calata in una vita locale, ho sentito di dover dare un posto speciale a frutti e liquori poco conosciuti dalla grande distribuzione e dal marketing del settore.

Agosto e settembre sono i mesi della melagrana, frutto spettacolare, antico, originario del bacino mediterraneo, ricco di storia e significati, fonte di vitamina C e potente nemico dei radicali liberi, che da ragazzina ero solita mangiare, cogliendolo dalla pianta di un albero di condominio nel mio paese natìo, in Emilia Romagna, e che ho felicemente riscoperto nel 2013 grazie ad un viaggio in Terra Santa.

Frutto magico: dolce ed amaro, rosso carminio e rubino, succo ricavabile solo con premitura di una miriade di semi polposi, ha ispirato il mio romantico palato. Amanda: da amare.

Ho pensato di abbinarlo in eguale proporzione ad un gin aromatizzato alla rosa, di bilanciare la parte dolce con una piccola dose di amaro, correggendo infine la non prevedibile acidità del frutto – si sa che ogni melagrana ha una gradazione di asprezza a sè – con la dolcezza dei due importanti liquori di bucce d’arance dolci ed amare – il Cointreau, più dolce per la versione femminile e, per la versione maschile, il Grand Marnier, con note di cognac che restano in fondo al palato.

Un cocktail realizzato in rolling – tecnica che miscela e raffredda gli elementi quanto basta senza incorrere in eccessiva ossigenazione-, che assurge alla statura dei classici internazionali, Sidecar, Gimlet e Negroni.

La ricetta è stata limata nel corso di tre mesi, in cui il lavoro di sintesi è stato fatto assaggiare, fra i miei amici, ai palati più sinceri e inconsapevolmente dotati. Lo sdoppiamento in Ladies e Gentleman è avvenuto insieme ad una mia cara amica, ospite di passaggio prima di un volo; una di quelle persone che ogni volta che arriva nella tua vita porta una folata di aria fresca, bollicine, voglia di divertirsi, sempre con attenzione alla profondità dei temi dell’anima e alla sostanza della vita quotidiana: “un amico, un tesoro”.

Decorazione a piacere: se possibile un petalo di rosa e qualche seme del frutto.

Da servire con eleganza, sottobicchiere in pizzo o altra decorazione di pregio.

1 1/2 OZ GIN (better Hendrick’s, Geranium or Bordiga)

1/4 Campari

1/2 Cointreau (Ladies’ version) / Grand Marnier (Gentlemen’s version)

1 1/2 pomegranate fresh juice

20161121_22582821

 

 

 

 

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.